WORlDBET Tutto sul mondo del betting
Italiano
Italiano

ROMAGNOLI MANDA IL MILAN IN FINALE

ROMAGNOLI MANDA IL MILAN IN FINALE - WORlDBET

Una semifinale di ritorno infinita, a dir poco equilibrata. A spingere il Milan in finale di Coppa Italia ci pensano i dettagli, un tuffo di Strakosha in meno, uno di Donnarumma in più. La mira di Luiz Felipe e la freddezza di Alessio Romagnoli. Proprio lui, tifoso laziale, ad eliminare la sua squadra del cuore dal torneo.

Autore del 5-4 decisivo che porta il Milan in finale, Romagnoli non è riuscito ad esultare dopo il goal segnato a Strakosha: delirio negli spalti, delirio tra i compagni di squadra, massima tranquillità per il difensore di Gattuso, travolto dagli altri rossoneri dopo il penaty che ha chiuso la sfida dell'Olimpico.

Cresciuto nella Roma, Romagnoli tra un gioco di parole l'altro ha però sempre tifato Lazio: non l'ha mai nascosto e anzi sono facilmente reperibili le foto dello stesso giovane difensore in maglia biancoceleste. Con tanto di sorriso entusiasta per i colori indosso.

"Sono tifoso laziale e la mia fede è rimasta quella" aveva detto Romagnoli prima della semifinale di ritorno. "Giochiamo in uno stadio in cui andavo da piccolo a vedere la squadra dello Scudetto. Ma dobbiamo vincere noi, l'obiettivo è quello". Detto fatto, il lavoro ha prevalso sul tifo. Come giusto.

"Bella partita, combattuta" ha invece affermato Romagnoli dopo la gara. "Siamo contenti, ce lo siamo meritati. Dobbiamo continuare a lavorare per fare sempre meglio. Il mister ha grande merito, ci ha trasmesso quell’intensità e quella grinta che ci mancavano".

Non solo il rigore finale per Romagnoli, ma anche l'ennesima grande prova in mezzo al campo: un muro invalicabile, leader insieme a Bonucci di una retroguardia che ha subito solamente tre goal in questo 2018. Zero negli ultimi cinque incontri ufficiali tra Coppa Italia, Europa League e Serie A.

E' stato paragonato a Nesta per rapidità e qualità e forse sarà ben lontano dal raggiungere il leggendario centrale di Lazio e Milan, ma di certo il classe 1995 sta crescendo benissimo. Il futuro è tutto suo, con i biancocelesti nel cuore e il rossonero nel petto.

 

OFFERTE BETTING

OFFERTE BETTING - WORlDBET

Questo sito vuole offrire al pubblico le migliori offerte di vari bookmaer per garantire un ottima esperienza di gioco.Contattaci per INCREDIBILI promozioni su molti siti scommesse on line.

Ifab: sì all’uso permanente del Var e alla quarta sostituzione

Ifab: sì all’uso permanente del Var e alla quarta sostituzione - WORlDBET

Una giornata davvero storica per il calcio internazionale. L’Ifab, l’organo che stabilisce le regole del calcio, ha preso due decisioni importanti riguardo al Var e alla quarta sostituzione. Nello specifico, è stato approvato l’uso della tecnologia dopo la sperimentazione degli ultimi due anni. Sarà poi la FIFA e decidere il prossimo 16 marzo se adottare il Var anche ai Mondiali in Russia. Ad oggi questa sembra essere una formalità. Il Presidente della Fifa Gianni Infantino ha dichiarato: "Uefa non userà Var nelle Coppe? In un torneo internazionale è più complicato, noi vogliamo solo che ognuno possa decidere se usarlo o no. Non conta quanti useranno Var, ma che lo usino quando saranno pronti”.

L’Ifab ha anche stabilito la possibilità di effettuare una quarta sostituzione, anche se solamente nei tempi supplementari. Questo infatti perché l’Ifab non impone il Var e la quarta sostituzione agli organi internazionali. Adesso però Fifa e Uefa possono decidere se utilizzare queste novità nelle prossime competizioni. Chissà, intanto però la svolta c’è stata. Se queste saranno evoluzioni positive o negative, sarà il tempo a dircelo.